Catechesi Caritas Il coro Gruppi preghiera I ministranti
Image

Gruppo di preghiera di San Pio da Pietrelcina - "Mons. Stefanini", Cascina

Incontri ed attivita': Il gruppo di preghiera si riunisce ogni ultimo sabato del mese alle ore 17,30 per la recita del Santo Rosario meditato con gli scritti di Padre Pio a cui segue alle ore 18:00 la S. Messa in onore di P. Pio. Ogni due mesi, il secondo giovedi' del mese c'e' l'incontro formativo di Catechesi alle ore 18:30. Direttore Spirituale: Don Paolo Paoletti, Proposto di Cascina per nomina dell'Arcivescovo Metropolita di Pisa Alessandro Plotti del 1/12/2004. Responsabile del Gruppo: Parenti Alberto come da conferma nomina il 22/05/1999 dal Vescovo Mons. Ruotolo Riccardo allora Direttore Generale dei Gruppi di Preghiera di P. Pio, eletto a capogruppo. Vice Capo Gruppo: Giampieri Mariella. Consiglio Direttivo di 9 membri eletti. Il gruppo di preghiera dal mese di ottobre 2004 si ritrova presso la Parrocchia di Cascina trasferito dal Santuario di Madonna dell'Acqua per dimissioni dell'ex Direttore Spirituale Don Dini Mario.

Breve storia: il gruppo di preghiera fu fondato nella chiesa delle Suore Teresiane (Oratoio di S. Giovanni Battista) di Cascina dal Rev.do Don Brenno Zecchetti, parroco di Ceredoio di Canossa - Ciano d'Enza (Reggio Emilia) conosciuto dal Parenti al convento di S. Maria delle Grazie a S. Giovanni Rotondo nel mese di marzo 1955 e fu inviato da P. Pio per creare il gruppo di preghiera in Toscana e altre regioni; il Gruppo fu affidato col permesso dell'arcivescovo Ugo Camozzo Metropolita di Pisa, alla Direzione Spirituale di Mons. Pasquale Stefanini, canonico della Primaziale di Pisa e al Sig. Parenti Alberto come capogruppo nel 1955. Nel 1956 il 5 del mese di maggio fu inaugurato l'ospedale "Casa Sollievo della Sofferenza" ed era presente una rappresentanza del Gruppo. Dopo la morte di Mons. Stefanini avvenuta il 28 Febbraio 1962, il Gruppo di Preghiera fu affidato alla Direzione Spirituale di Mons. Salvini Giuseppe da S. E. - Ugo Carnozzo Arcivescovo di Pisa il 15 marzo 1962. Nel 1966 nel decennale dell'inaugurazione della Casa Sollievo della Sofferenza, Mons. Salvini ed una rappresentanza del Gruppo era presente alla S. Messa di ringraziamento celebrata da P. Pio. Dal 1973 fino alla morte di Mons. Salvini collaborarono come Capogruppo Giampieri Gerbino e come segretario Frullani Idaco fino al mese di dicembre del 1981. Dopo la morte di Mons. Salvini, il G. di P. con Capogruppo Giampieri Gerbino e segretario Orsini Silvio, fu affidato alla Direzione Spirituale di vari Cappellani temporaneamente, mentre le S. Messe mensili venivano celebrate nella Chiesa Parrocchiale "S. Maria" di Cascina. Dal 1 gennaio 1981 il gruppo di preghiera si dette un consiglio direzionale (minimo 5 membri). Dal 28 gennaio 1988 il Gruppo fu affidato da S. E. Mons. Alessandro Plotti Arcivescovo di Pisa alla Direzione Spirituale del Rev. Parroco Don Dini Mario presso il Santuario "Madonna dell'Acqua" di Cascina dove veniva celebrata la S. Messa mensile; sempre come Capogruppo Giampieri Gerbino e segretario Orsini Silvio, vice Capo gruppo Parenti Alberto. Sotto la direzione di Don Dini venne posta la statua di P. Pio nel piazzale antistante il Santuario, opera in bronzo alta metri 1,80 dello scultore Arrighini di Pietrasanta; presenti alla cerimonia di inaugurazione del 3 giugno 1989 varie autorita' e rappresentanti di varie associazioni sia religiose che laiche, il Sindaco di Cascina, fu benedetta da S. E. Mons. Plotti Arcivescovo di Pisa. Il 22 maggio 1999 pervenne la lettera del Vescovo Mons. Riccardo Ruotolo Presidente dell'Opera di P. Pio per la nomina a responsabile del gruppo di preghiera di Cascina di Parenti Alberto. Dal 29 giugno 1999 al 2 luglio 1999 una rappresentanza del Gruppo era presente al convegno nazionale dei dirigenti Spirituali e laici a S. Giovanni Rotondo. Varie e numerose le opere di carita' ed iniziative del gruppo di preghiera. Ultimamente ha contribuito con offerte in denaro all'acquisto della PET-TAC di ultima generazione per la scoperta preventiva e la cura dei tumori presso l'Ospedale voluto da P. Pio: Casa Sollievo della Sofferenza di S. Giovanni Rotondo, divenuto uno dei piu' moderni ed attrezzati Ospedali del meridione d'Italia.

Gruppo Padre Matteo

La storia del Gruppo di Preghiera: diversi anni dopo che alcune persone erano venute a conoscenza della figura del Servo di Dio Padre Mattero d'Agnone, e del Postulatote P. Cipriano De Neo, e' nato un gruppo di Preghiera che si ritrova puntualmente tutti i Martedi' per la Preghiera per ottenere la glorificazione di Padre Matteo. Il Gruppo ha accolto il nome di Santa Maria degli Angeli e della Speranza, nome che e' stato dato dall'ideatore, Padre Cipriano, come anche agli altri Gruppi di preghiera che sono nati e stanno nascendo in tutta Italia e cioe': San Severo a Foggia, Maenza a Latina e altri..., compreso il nostro di Cascina. Il nostro Gruppo e' seguito dal Proposto Don Paolo e si ritrova ogni martedi' alle ora 21,15 nella Chiesa dell'Oratorio di San Giovanni sul Corso Matteotti a Cascina. I nostri incontri sono caratterizzati a seconda della serata dalla preghiera del Santo Rosario, o dall'adorazione eucaristica e anche dei momenti di catechesi e la Messa. La partecipazione dei fedeli e' seguita e amata da tanti che si rendono sempre piu' disponibile a ritrovarsi insieme nel Nome del Signore.

La storia di Padre Matteo da Agnone: nacque nel 1563 da pii genitori i quali gli imposero il nome di Prospero. L'educazione, profondamente cristiana ricevuta dai genitori, gli faceva vedere Dio in tutte le cose. Frequento' l'Universita' di Napoli nelle facolta' di filosofia e medicina. La bellezza dell'ideale francescano rifulse nella su mente, ed in questa luce, preferi' farsi cappuccino, per poter conoscere meglio le verita' della teologia e divenire medico delle anime. Fece il noviziato a Sessa Aurunca E dopo breve permanenza nella provincia religiosa di Napoli, si affilio' ai Cappuccini di Foggia. Si distinse per l'amore alla Madonna della quale difese l'assunzione in anima e corpo in cielo. Fu superiore locale e provinciale, oratore dotto e devoto. Ebbe dal Signore il dono della profezie e dei miracoli. Con il solo segno di Croce opero' tante guarigioni ad Agnone, a Vasto ed a Serracapriola. Fu potente esorcista. Molti dolori fisici accompagnarono la sua vita e furono per lui, motivo costante di ringraziamento al Signore. Tre mesi prima di morire tu assegnato ai convento di Serracapriola ed i frati di quel convento lo accolsero con il canto del Te Deum. Mori' santamente il 31 Ottobre 1616. Il 5 maggio 1751 ebbe luogo la prima ricognizione canonica ad opera del vescovo di Larino monsignore Scipione De Laurentis ed il 19 ottobre 1978, una seconda ricognizione fatta dal vescovo di San Severo Monsignore Angelo Criscito. Il 26 aprile 1984 lo stesso vescovo di San Severo dava inizio al processo informativo diocesano. Il 19 giugno 1996, monsignore Cesare Bonicelli ne apriva ufficialmente la Causa di Beatificazione e Canonizzazione nella Cattedrale di San Severo. Il 9 maggio 2002 monsignore Michele Seccia, nel Convento dei Cappuccini di Serracapriola ha presieduto la solenne concelebrazione ed alla cerimonia di chiusura del Processo diocesano. Il 16 maggio 2002 i faldoni contenenti la documentazione storica del Servo di Dio, sono stati consegnati alla Congregazione dei Santi. Il 31 Marzo 2006 la stessa Sacra Congregazione ha emesso il decreto di validita' del Processo Diocesano. Nel Giugno del 2006 e' stato nominato il relatore della causa.

Preghiera alla Madonna per la glorificazione del Servo di Dio Padre Matteo da Agnone, cappuccino Vergine e Madre nostra Maria, che ti sei sempre mostrata sensibilissima verso i tuoi devoti, Ti preghiamo umilmente che Tu ci ottenga dalla Santissima Trinita', con la tua potente intercessione di Figlia, di Madre e di Sposa, la glorificazione del tuo servo p. Matteo da Agnone, che con la parola e con gli scritti, dimostro' e promulgo' la tua Assunzione in anima e corpo in cielo, e la divina Regalita' del tuo Figlio e Signore nostro Gesu' Cristo. Confidiamo nel tuo materno aiuto. Tre Ave Maria.